VI Chakra: Ajna

Il significato del termine è “sapere”, “percepire”, più spesso chiamato “ Sesto Chakra”, “Chakra della fronte” o anche “terzo occhio”. È situato tra le sopracciglia, in mezzo alla fronte, sopra la radice del naso. Apporta energia al cervelletto, ai polmoni, alle orecchie, agli occhi, al naso, ai seni paranasali e al sistema nervoso centrale. La ghiandola interessata da questo Chakra è l’ipofisi o “pituitaria”. Il colore associato è il blu o l’indaco, il senso che gli appartiene è il “sesto senso”. Non ha animali simbolici e il mantra associato è l’OM.

L’ipofisi è una ghiandola endocrina situata alla base del cranio in prossimità dell’incrocio tra le fibre nervose costituenti i nervi ottici (chiasma ottico). Per questo motivo possiamo dire che l’elemento in relazione con Ajna sia la “luce”. La luce è in grado di fornirci informazioni riguardo al presente, al passato e, come vedremo, anche al futuro. Quando vogliamo comprendere o chiarire qualcosa usiamo spesso l’espressione “Facciamo luce su…” “Mettiamo in chiaro che…”, modi di dire convenzionali ma che confermano, infondo, come l’attività mentale sia in qualche modo collegata alla luce.

L’ipofisi, inoltre, produce sette ormoni ed alcuni neuro peptidi (vedi articolo di Candace Pert) e tramite queste “produzioni” agisce su altre ghiandole endocrine del corpo in modo da provocare le relative risposte da parte degli organi interessati e producendo i necessari cambiamenti per il buon funzionamento dell’intero organismo. L’attività del sistema diencefalo-ipofisario anticipa quelle modificazioni corporee o psichiche che si manifesteranno, in seguito, nell’individuo. Non a caso, quindi, Ajna viene anche definito “il centro del comando”.

Il sesto Chakra è la sede delle attività intellettuali, mentali nonché del discernimento, della memoria e della volontà. Stabilisce il collegamento con il mondo spirituale ed è, quindi, il luogo, oltre che della comprensione, anche della percezione, delle aspirazioni, dell’introspezione, della “visione interiore”. Ad esempio, quando si è in condizione di visualizzare la direzione che desideriamo dare alla nostra esistenza diventa più semplice procedere con sicurezza e fiducia.

In Ajna Chakra quindi, possiamo visualizzare il nostro destino e, di seguito, creare le basi per renderlo concreto, sviluppando la capacità di creare sul piano fisico nuove realtà che sostituiranno quelle vecchie.

Il potere creativo del terzo occhio è, fin dall’antichità, riconosciuto in molte culture e tradizioni spirituali. Questo potere viene stimolato e raggiunto meditando in silenzio, respirando dolcemente e concentrando la propria attenzione sul Chakra. Questo semplice gesto ripetuto quotidianamente può trasformare completamente la nostra vita, permettendo il collegamento profondo con il nostro nucleo interiore divino.

Una “visione chiara” della realtà sviluppa consapevolezza e capacità di discernimento, altri due aspetti importanti di questo Chakra. Si è spinti a separare costantemente la verità dall’illusione, attività riservata alla mente più che al cervello, responsabile, invece, di governare il funzionamento del corpo fisico. Sviluppando la consapevolezza è possibile mantenere un distacco dalle percezioni soggettive e avvicinarsi sempre più alla verità o a comprendere il significato simbolico delle situazioni che si manifestano nella nostra vita. Esercitare il distacco non significa disinteressarsi o ignorare una tal cosa, bensì impedire alle nostre paure di condizionare e gestire le nostre azioni o reazioni. Per merito della consapevolezza otteniamo la capacità di liberarci del vecchio per accogliere il nuovo, accettando con serenità “il cambiamento”, aspetto con il quale non sempre è facile convivere. Sperare di far rimanere immutate le cose è inutile e questa consapevolezza ci fa vivere pienamente nel momento presente sapendo che nessuna persona o situazione sarà la stessa domani.

Infine, questo Chakra favorendo il collegamento con il mondo spirituale e, allo stesso tempo, la connessione con il proprio Sé profondo ci permette di venire a conoscenza, o di percepire, quale sia il compito che si è chiamati a svolgere al servizio degli altri. Infatti, ognuno di noi ha la facoltà di contribuire in modo significativo alla vita degli altri, non solo attraverso alla sua professione (genitore, guaritore, insegnante, produttore, fornitore di servizi…) ma principalmente attraverso il tipo di persona che vuole diventare.

Come detto in precedenza, il Sesto Chakra influenzando tutte le funzioni endocrine è responsabile della conservazione della salute di ogni individuo. Lo squilibrio energetico di Ajna si manifesta sia a livello emotivo che psicologico sottoforma di paure, difficoltà di concentrazione, sentimento di insensatezza e di inutilità. Se profondamente indebolito può essere causa di serie depressioni, mentre in caso di iperattività del Chakra si possono manifestare episodi maniacali o di schizofrenia. Anche mal di testa, emicranie e disturbi agli organi di senso possono essere ricollegati ad un indebolimento di questo centro energetico. Se in equilibrio, invece, questo Chakra favorisce anche lo svilupparsi di facoltà telepatiche, il manifestarsi di premonizioni o la comprensione intuitiva degli altri.

È rappresentato con un fior di loto a due petali posti ai lati di un cerchio contenente un triangolo con iscritto il bija mantra OM (o AUM). I due petali rappresentano la dualità del mondo manifesto, il triangolo è il simbolo della trasformazione o del cambiamento mentre il cerchio è il simbolo dell’origine di tutta l’esistenza e nello stesso tempo dell’unità non divisa. Il bija mantra OM, detto anche pranava (ciò che risuona) e anche aksara (imperituro) è identificato con l’assoluto, che è al di là di ogni qualificazione e limitazione.

Pubblicato da: Andrea

______________________________________________________________________________________

Bibliografia:

Atlante dei Chakra, Kalashatra Govinda, Macro Edizioni

Manuale dei Chakra, S. Sharamon – B.J.Baginski, Ed. Mediterranee

I Chakra, Caroline Shola Arewa, Ed. Punto d’Incontro

______________________________________________________________________________________

Vedi anche:

Vishuddha     Anahata     Manipura     Svadhistana     Muladhara

Annunci

Pubblicato il 04/06/2012, in Yoga con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...